Skip to content Skip to sidebar Skip to footer
APERTO 9:30-18:30
S.P. 11 EX STAZIONE FERROVIARIA ULASSAI
APERTO 9:30-18:30
S.P. 11 EX STAZIONE FERROVIARIA ULASSAI

Quando tutti si aspettavano di vedermi all’opera, io invito ognuno a mettersi all’opera
Maria Lai

La Fondazione Stazione dell’Arte, nell’ambito del progetto espositivo SII ALBERO, che ripercorrerà, per la prima volta in Sardegna, il lavoro e la filosofia di Stefano Boeri in dialogo con le opere e la poetica di Maria Lai, apre una call rivolta a tutte e tutti con l’intento di raccontare e condividere online, attraverso un’immagine, un testo, un video, ecc., la propria interpretazione del concetto di “frana”.

Marzia Migliora_Rada

Il progetto RADA nasce dalla suggestione offerta dalla bandiera X-Ray, che nel Codice Internazionale dei segnali marittimi significa "Sospendete quello che state facendo": in RADA il messaggio viene declinato in un percorso visivo ed esperienziale che utilizza media diversi, come il neon, il disegno e…

Read more

Matteo Sanna_Fragili fraintendimenti

La fragilità della ceramica diventa una metafora dell’imperfezione umana, mentre la polvere di gesso liquido è stata versata in un vaso sano per riempirlo completamente fino alla sua rottura. Il versamento è esperienza di vita. Il vaso viene quindi riparato ma lasciando visibili tutte le crepe. L’autoaccettazione…

Leone Contini_Germinabilità delle macerie

San Siro, periferia ovest. Appunti. La Montagnetta, come i Milanesi chiamano Monte Stella, è una collina artificiale costruita con le macerie provocate dai bombardamenti aerei sulla città, durante la Seconda guerra mondiale. Negli anni 70 gli abitanti del quartiere acquistarono e piantumarono alberi su quello che era ancora uno sterile…

Luca Trevisani_Interview with the unicorn

Un buco, una voragine psichica, l'estinzione è una frana il cui frastuono è silenzio Luca Trevisani Interview with the unicorn, 2016. Courtesy l'artista, Mehdi Chouakri, Berlino, Pinksummer Contemporary art, Genova.

Francesca Randi_La casa sull’acqua

In questo progetto ho immaginato un’intera città sommersa dall’acqua a seguito di una catastrofe.  Il giovane protagonista, Nicola, aggrappato alla ringhiera della scala, osserva la sua casa distrutta e sommersa, ma anche l’orizzonte, che ci appare sia minaccioso e oscuro, sia carico di speranza che allontana…

Flavio Favelli_Gran Calanco

Mia madre mi portò a vedere prima l’Etna e poi il Vesuvio, ma eravamo già stati al Parco dei Gessi, coi calanchi, nelle colline bolognesi. Erano gite sull’idea del Grand Tour, l’Italia, il Paese dell’Arte e del Paesaggio, andava conosciuto. Viaggiavamo, erano gli anni Settanta,…

Alessandro Melis_Frane e “costruzione di nicchia”

Secondo Jessica Merzdorf, del Goddard Space Flight Center della NASA, gli eventi climatici estremi, dovuti alla crisi ambientale, porterannno ad una maggiore frequenza di attività franose. La deforestazione e la riduzione dell biodiversita’ agiscono come fenomeni di feedback positivo, incrementando ulteriormente frequenza ed effetti negativi…

Eugenio Tibaldi_UNTITLED 01 (riassestamento o frana)

TORINO 22 Dicembre 2020 Nel territorio impalpabile della creazione tutto si può concettualizzare, tutto è concesso. Per me che sono un provinciale, un pratico, la frana non è un concetto. E' un accadimento. Essa viene subita e percepita drammatica, pericolosa, solo nel territorio antropizzato; nelle…

Emilia Giorgi_A chi raccoglie il sole

“[Il Louvre] è come una torre di Babele, un’enorme città. Ed è così che deve essere. […] I musei dovrebbero somigliare alle strade. Dovrebbero stare aperti tutto il tempo. Nessuna mistica, nessuna valorizzazione. Le cose stanno lì, nient’altro. Un grande luogo in cui stanno le…

Francesco Bartoli_Beckett

“Fallire, fallire ancora…fallire con successo”. Nelle parole di Samuel Beckett si annuncia una caduta inevitabile e un tonfo esistenziale.  Sarà anche il preludio di una crescita precipitosa? La frana scuote, frattura e cambia il nostro paesaggio, ma nell'intimo i cumuli di terra e pietra diventano…